DM 388/2003 – Regolamento del pronto soccorso aziendale

Home » DM 388/2003 – Regolamento del pronto soccorso aziendale

La principale legge italiana che regola le pratiche del primo soccorso in azienda è DM 388/2003Regolamento recante disposizioni sul pronto soccorso aziendale, in attuazione dell’articolo 15, comma 3, del decreto legislativo 19 settembre 1994, n. 626, e successive modificazioni. GU n. 27 del 3-2-2004.

Un datore di lavoro attento e interessato al rispetto delle normative per la sicurezza sul lavoro deve conoscerlo e applicarlo all’interno della propria azienda, per evitare infortuni ai propri dipendenti oltre che le sanzioni previste in caso di inadempienze.

Di seguito una sintesi del DM 388/03 e il link per scaricarne il testo completo.
Il decreto è formato da 6 articoli e 4 allegati:

  • Art. 1 descrive la classificazione delle aziende in base a attività svolta, al numero dei lavoratori occupati e ai fattori di rischio.
  • Art. 2 indica le attrezzature minime che il datore di lavoro, a seconda del gruppo di appartenenza, deve garantire.
  • Art. 3 descrive i requisiti e la formazione degli addetti al primo soccorso aziendale.
  • Art. 4 obbliga il datore di lavoro a rendere disponibili le attrezzature minime di equipaggiamento e i dispositivi di protezione individuale (DPI) per gli addetti al primo soccorso.
  • Allegato I: contenuto minimo della cassetta di pronto soccorso
  • Allegato II: contenuto minimo del pacchetto di medicazione
  • Allegato III: contenuti minimi per il corso per addetto al primo soccorso 16 ore – Gruppo A
  • Allegato IV: contenuti minimi per il corso per addetto al primo soccorso 12 ore – Gruppo B e C

Scarica il testo del DM 388/03

 

PMI Servizi da anni si occupa di sicurezza sul lavoro, per questa ragione mette a disposizione le competenze acquisite sia per fornirvi informazioni sia per tenere corsi per addetti al primo soccorso aziendale. Se vuoi saperne di più compila il form per ricevere informazioni e preventivi.

Messaggio:

Per inviare devi accettare i Termini e condizioni d'uso